GEO-INTONACO CIRCOLARE PER L'EDILIZIA SOSTENIBILE

CALCEDICAMPO®

Dallo studio delle materie antiche e il recupero degli scarti dell’industria agroalimentare produzione di malte e intonaci naturali per l’edilizia sostenibile e salubre.

BENESSERE ABITATIVO E TUTELA DELL'AMBIENTE
Oggi è possibile ottenere un nuovo materiale a costo ridotto e basso consumo energetico, adatto per la riqualificazione dei vecchi edifici e le nuove strutture architettoniche. Riguarda specificatamente lo sviluppo di un geo-­intonaco, ottenuto principalmente dall’uso di materiali di scarto della filiera agroalimentare. Il quale si mostra particolarmente adatto per il benessere abitativo essendo un intonaco risanante, antimuffa e anticondensa, regolatore delle condizioni termo-­igrometriche degli ambienti interni. Questo approccio innovativo permtette di ridurre in modo drastico l’immissione di CO2 nell’aria, attingendo le materie prime da fonti rinnovabili.

CALCEDICAMPO®

MATERIA CIRCOLARE

  • Gusci d'uova.
  • Lolla di riso.
  • Cocciopesto.

GUSCI DELLE UOVA

Sono caratterizzati da un alto contenuto di carbonato di calcio sostituiscono la pietra di cava per produzione della calce e la sabbia aggregata. Solo in Italia si producono ogni anno circa un milione di ton di uova (fonte ISMEA) di cui circa 100.000 ton sono gusci di scarto.

CALCE SPENTA NATURALE

La sabbia di gusci d’uova calcinata a bassa temperatura (720 °C) cade in finissimo ossido di calcio (CaO), pronto per essere idratato ed ottenere la calce spenta naturale e purissima [Ca(OH)2].

PIANTA DEL RISO

Pianta del riso. Fonte rinnovabile per eccellenza. Ogni 5 ton di riso si ottiene una tonnellata di lolla di riso (buccia discarto). Il rendimento in cenere è di circa il 20%. L’ Italia è il maggior produLore di riso Europeo con circa 13 milioni di quintali l’anno (fonte FAO).

CENERE LOLLA DI RISO

Assicura leggerezza e porosità. Cenere della Lolla di riso derivata da centrali a Biomassa, principalmente composta di silice solubile e allumina sostituisce le antiche ceneri vulcaniche e le pozzolane utilizzate nel periodo Fenicio e Romano.

COCCIOPESTO

Dona resistenza e durabilità nel tempo. È il più antico dei materiali da riciclo, derivato dalla lavorazione del laterzio, utilizzato dai Fenici per la constrizione delle conserve d'acqua già nel 1000 a.C.

MATERIA RINNOVABILE PER L’ECONOMIA CIRCOLARE

MATERIA PRIMA

  • 1. Calce aerea spenta.
  • 2. Aggregati reattivi
  • 3. Inerti

TRADIZIONALE STORICA

  • 1. Pietre carbonatiche di cava e di fiume.
  • 2. Cocciopesto / Ceneri vulcaniche / pozzolane.
  • 3. Sabbia di fiume o di cava

RICICLATA

  • 1. Gusci d'uova.
  • 2. Cocciopesto / Ceneri da lolla di riso
  • 3. Gusci d'uova ridotti in sabbia / lolla di riso / canapulo / vetro recilcato
CALCEDICAMPO INTONACO
TRASPIRANTE ED IGROSCOPICO
NATURALE DIFESA DALLA FORMAZIONE DI MUFFA E BATTERI
TERMOISOLANTE
RESISTENTE AL FUOCO
PRODOTTO NEL RISPETTO DELL’AMBIENTE PER IL BENESSERE ABITATIVO
CALCE DI CAMPO È UN MARCHIO REGISTRATO DA

Calchèra San Giorgio

PRODOTTI SPECIFICI PER IL RESTAURO E LA BIOEDILIZIA

Malte, intonaci, boiacche, stucchi, rasanti, tonachini e tinteggi specifici per il restauro edile, il restauro artistico e archeologico, e per la bioedilizia.



calchera san giorgio